solo soldout

A LIFE UNDER THE STAGE…

MARK LANEGAN

image

Cosa vi siete persi…. La settimana inizia con Mark Lanegan. Siamo a Villa Arconati, dispersi nella campagna di Bollate,Milano. Ci troviamo nel giardino di una villa del settecento,location perfetta per i raffinati e per uno dei personaggi dai gusti raffinati come quello che stiamo per andare ad ascoltare. Platea con posti a sedere, sembra tutto molto formale… la villa,la disposizione dei posti,il palco. Ore 21 …. cominciano i supporters… blues.. Scaldano l’atmosfera e pare vogliano anticipare cio’che andra’a seguire…. o che dovrebbe seguire… Ore 22 circa,un’ora oltre le previsioni, arriva Mark. Completo nero,nero come il suo umore,nero come i suoi toni. The Gravedigger’s song e’il pezzo di apertura, la voce di Mark… qualcosa che si fonde come il catrame e ti resta attaccato addosso. Fermo nella sua posizione,poche oscillazioni, non una parola. La percezione che ne consegue e`che stia eseguendo il ” compitino” come un ” nerd ” da primo della classe…. Una cosa che ti aspetti insomma. Seguono sleep with me ,Hit the city ,One way street e ancora Blues Funeral con Grey goes Black. Statico,fermo, pare annoiato. Phantasmagoria Blues, Devil in my mind,Black rose Way e nemmeno Riot in my house riesce a smuoverlo. Continuiamo aspettando un sussulto al cuore con Creeping coastline of light, Quiver syndrome, Harborview hospedal, Tiny Grain of truth e… pausa…. esce di scena . Nemmeno il tempo di rendercene conto e torna sul palco… L’attacco pare piu`grintoso.. Methamphetamine blues… tutti in piedi corriamo verso il palco,  ci stiamo scaldando e, proprio sul piu’bello, terminato il pezzo… se ne va. Restiamo sotto il palco in trepidazione per un rientro trionfale… ma non ci sara` nessun rientro trionfale…. non tornera`! 55 minuti…. sotto le aspettative…. Troncato sul piu`bello… come un coito interrotto…. Nemmeno il tempo di slacciarsi il reggiseno!! Mark da te non ce l’ aspettavamo dai!!! Vesto di lutto per i prossimi giorni… almeno prima degli Atoms for peace..  e chiudo a chiave la sua discografia per qualche mese.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: